Il segreto della Civiltà divina di ‘Abdu’l-Bahá

Straordinarie le circostanze, eccezionalmente qualificato l’Autore di questo libro dove si illustra e si rivela il carattere spirituale della vera civiltà. Scritto nel 1875 il testo originale persiano fu litografato a Bombay nel 1882; la prima traduzione inglese fu pubblicata a Londra nel 1910 e successivamente a Chicago nel 1918 con il titolo The Mysterious Forces of Civilization [Le Arcane Forze della Civiltà]. La presente versione, opera di Marzieh Gail, è più accurata e rispecchia la padronanza di entrambe le lingue posseduta da questa raffinata autrice che, nata da padre persiano e madre americana, ha trascorso molti anni in entrambi i Paesi...

Straordinarie le circostanze, eccezionalmente qualificato l’Autore di questo libro dove si illustra e si rivela il carattere spirituale della vera civiltà. Scritto nel 1875 il testo originale persiano fu litografato a Bombay nel 1882; la prima traduzione inglese fu pubblicata a Londra nel 1910 e successivamente a Chicago nel 1918 con il titolo The Mysterious Forces of Civilization [Le Arcane Forze della Civiltà]. La presente versione, opera di Marzieh Gail, è più accurata e rispecchia la padronanza di entrambe le lingue posseduta da questa raffinata autrice che, nata da padre persiano e madre americana, ha trascorso molti anni in entrambi i Paesi…

Scarica il libro in MOBI per Kindle

La saggezza di ‘Abdu’l-Bahá

Clicca sulla copertina per scaricare il libro

‘Abdu’l-Bahá, il figlio maggiore di Bahá’u’lláh, Rivelatore della Fede Bahá’í, fu dal 1892 al 1921, l’Interprete dei Suoi Insegnamenti e l’Esempio ideale di una vita perfetta esprimente un’era nuova di maturità spirituale oltre ogni pregiudizio di razza, di classe o di credo. Nato in Persia il 23 Maggio 1844, ‘Abdu’l-Bahá soffrì fin dalla prima giovinezza, quaranta anni di prigionia e di esilio. Riacquistata la libertà dopo la caduta del governo conservatore in Turchia, intraprese, dal 1911 al 1913, lunghi viaggi in Europa e in America, visitando moltissime città dei due continenti, incontrandosi con i membri di organizzazioni varie, con gli esponenti di differenti correnti di pensiero, tenendo conferenze pubbliche e private e soprattutto spiegando ai suoi ascoltatori i principi della Fede Rivelata da Suo padre e il Suo programma per una pace universale e duratura. Recatosi a Parigi nell’autunno del 1911, prese dimora in un appartamento situato nell’Avenue de Camoens (al N. 4), a pochi passi dai Giardini del Trocadero. Durante il periodo della sua permanenza colà, ‘Abdu’l-Bahá tenne delle riunioni giornaliere alle quali parteciparono uomini e donne di tutte le nazionalità, di tutti i credi, orientali e occidentali, colti e incolti, che furono sempre ricevuti da lui con viva simpatia e speciale favore. ‘Abdu’l-Bahá parlava in persiano, che veniva tradotto in francese da Monsieur e Madame Dreyfus-Barney, mentre Lady Sara Bloomfield, assistita dalle figlie Mary ed Ellinor e dalla sua amica Miss Beatrice Platt, prendeva giornalmente accurate note di tutti i discorsi i quali vennero poi raccolti in forma di libro e inviati ad ‘Abdu’l-Bahá che ne chiese subito la pubblicazione.

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

Antologia dagli Scritti di ‘Abdu’l-Bahá

Antologia Maestro

Antologia dagli scritti del Maestro ‘Abdu’l-Bahá
Felici e benedetti destinatari della stragrande maggioranza delle Tavole qui incluse furono i primi credenti orientali e occidentali, individui, gruppi, comitati o assemblee di amici, ed è impossibile sopravvalutare l’importanza che esse ebbero per le emergenti comunità occidentali di quei tempi in cui la letteratura bahá’í in lingua inglese scarseggiava.
E’ auspicabile che la pubblicazione di questi scritti del Maestro giovi ad accrescere il fervore di tutti coloro che Lo amano, nel rispondere al Suo appello e a migliorare la loro comprensione della mirabile armonia fra umano e divino che Egli, il Mistero di Dio, così perfettamente esemplificò.

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Tavole del Piano divino di ‘Abdu’l-Bahà

Le Tavole del Piano Divino, sebbene ‘Abdu’l-Bahá le abbia scritte nel 1916-1917 per i credenti americani e canadesi, hanno valore universale.
Esse ispirarono i nobili servigi di Martha Root nell’America Latina, in Europa e in Oriente, dei coniugi Dunn in Australia, di Emogene Hoagg e Marion Jack in Alaska e di tanti altri credenti americani che diffusero il Messaggio Bahá’í in tutti i continenti.
Questa traduzione in italiano delle Tavole viene ora offerta ai credenti italiani perché ne apprezzino la bellezza e la grandiosità, ma soprattutto perché ne traggano ispirazione e incoraggiamento nei loro sforzi volti a portare il Messaggio in quelle località dove la luce di Bahá’u’lláh non è ancora giunta.

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

Le lezioni di San Giovanni d’Acri di ‘Abdu’l-Bahá, raccolte da Laura Clifford Barney

“Vi ho dato i miei momenti di stanchezza”, furono le parole di ‘Abdu’l-Bahá mentre si alzava da tavola dopo aver risposto a una delle mie domande. Come in quel giorno avvenne anche in seguito; negli intervalli fra le ore di lavoro la sua stanchezza trovava sollievo in una rinnovata attività; talora aveva la possibilità di parlare a lungo; ma spesso, anche quando l’argomento avrebbe richiesto maggior tempo, era chiamato e doveva allontanarsi dopo pochi istanti; e passavano poi giorni e anche settimane senza che egli avesse la possibilità di istruirmi. Ma potevo ben essere paziente, perché avevo davanti a me in continuazione la lezione più grande – quella della sua vita personale… Laura Clifford Barney

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo