Una Fede comune Compilazione della Casa Universale di Giustizia

Una Fede comune Compilazione della Casa Universale di Giustizia

NEL RIDVÁN 2002 abbiamo scritto una lettera indirizzata ai capi religiosi del mondo. Il nostro gesto è nato dalla consapevolezza che, se non sarà risolutamente fermato, il morbo degli odi settari comporterà devastanti conseguenze che risparmieranno ben poche parti del mondo. La lettera esprimeva apprezzamento per i risultati del movimento interreligioso, al quale i bahá’í hanno cercato di contribuire fin dalla sua nascita. Ma ci siamo sentiti di dire con franchezza che, se si vuole affrontare la crisi religiosa con la stessa serietà con cui si affrontano altri pregiudizi che affliggono l’umanità, la religione organizzata deve trovare in se stessa altrettanto coraggio per superare alcuni concetti consolidati che ha ereditato da un remoto passato… CUG

Scarica il libro in MOBI per Kindle