La Proclamazione di Bahá’u’lláh ai re e ai governanti del mondo

La Proclamazione di Bahá'u'lláh ai re e ai governanti del mondo

“Noi desideriamo soltanto il bene del mondo e la felicità delle nazioni; eppure ci considerano fomentatore di discordie e di sedizioni . . . Tutte le nazioni abbraccino la medesima fede e tutti gli uomini divengano fratelli: tutti i legami d’affetto e d’unione fra la progenie umana si rafforzino, le diversità di religione cessino e l’antagonismo di razza svanisca… che male v’è in ciò?. . . Eppure tutto ciò avverrà; le lotte infruttuose, le guerre rovinose svaniranno, e si avrà l’avvento della ‘Più Grande Pace’ . . . Eppure vediamo i vostri re e capi sperperare i loro tesori più facilmente in mezzi di distruzione della razza umana piuttosto che in quelli che porterebbero alla felicità dell’umanità . . . Le lotte, lo spargimento di sangue e le discordie dovranno cessare e tutti gli uomini dovranno vivere come consanguinei in una sola famiglia. . . Che nessuno si vanti d’amare il suo paese, si vanti piuttosto di amare il suo simile . . .”  Bahá’u’lláh

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

L’Antico dei Giorni I° di Luigi Zuffada

Porgi l’orecchio… alla voce dell’ Antico dei Giorni che ti grida dal Regno del Suo Glorio- sissimo Nome. È Lui, adesso, che proclama dai regni superni entro la più intima essenza di tutte le cose create: « In verità, Io sono Dio, non v’è altro Dio che Me ».    Bahá’u’lláh
Non è solamente giusto, ma utile per noi, che Dio sia nascosto in parte, e in parte manifesto, perché è altrettanto rischioso per l’uomo conoscere Dio senza conoscere la propria miseria, che conoscere la propria miseria senza conoscere Dio.    Pascal

 

 

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

L’Antico dei Giorni Vol. II° di Luigi Zuffada

Noi ci allontaniamo sempre più dal tempo. Leviamo il nostro piede sullo scrimolo dell’universo. Noi ce ne andremo al di lá, come coloro che ci hanno preceduto. Trasmettiamo il nostro vivere a coloro che verranno, in questo incessante scorrere del pianeta. (Se possediamo la bellezza, ebbene altri l’ebbero prima di noi e altri, dopo, l’avranno. Se abbiamo una magnifica voce di cantori, ebbene anche a Persepoli e a Tebe cantavano!) Noi scivoliamo, come un’ombra di nebbia nel vento.
Ma contro il fenomeno del corpo messo a giacere sotto terra e l’erba che vi si avvizzisce e la lapide obliterata; e contro le nostre vie cancellate in si breve tempo dalla memoria di tutti — contro tutto ciò abbiamo le Sue parole. E, nelle regioni infinite al di là del tempo, la Sua voce.
Forse è per questo che, ovunque Egli volga i passi, la luce guizza di viso in viso. E noi Lo riconosceremo per come ci accoglierá, per l’immediatezza della Sua penetrante misericordia, la grazia che occulta il male, il fulgore e la gloria che tutto avvolgerá nell’oblio… »
Marzieh Gail

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

Tributo a Baha’u’llah e il Bab nel bicentenario della loro nascita


Questo breve testo viene pubblicato in occasione del bicentenario della nascita di Bahá’u’lláh e del Báb. Nella prima parte del testo si parla della vita di Bahá’u’lláh mentre nella seconda di quella del Báb, le due Manifestazioni di Dio venute nell’ottocento.
È un breve racconto delle Loro gesta e di ciò che hanno fatto durante la Loro esistenza.

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Preghiere e Meditazioni rivelate da Bahá’u’lláh

Preghiere e Meditazioni rivelate da Bahá'u'lláh

Non permettere, mio Signore, che mi sia negato di conoscerTi nei Tuoi giorni e non privarmi della veste della Tua guida. Dammi da bere dal fiume che è vera vita, le cui acque sono sgorgate dal Paradiso (Ridván) ove fu insediato il Trono del Tuo Nome, il Misericordiosissimo, sì che mi siano aperti gli occhi, e sia rischiarato il mio volto, e rassicurato il mio cuore, e illuminata la mia anima, e siano resi sicuri i miei passi. (Bahá’u’lláh)

Scarica il libro in MOBI per Kindle