Bahá’u’lláh e la nuova era di John E. Esslemont

Bahá'u'lláh e la nuova era di J. E. Esslemont

Tra le numerose opere di introduzione alla Fede Bahá’í, Bahá’u’lláh e la Nuova Era di John Ebenezer Esslemont è indubbiamente la più nota e la più diffusa nel mondo. Un’altra caratteristica assai importante è la sinceritá: Esslemont è un Bahá’í convinto e ardente ed è impossibile che il suo amore non trapeli dalle sue parole – anzi questo dá al libro un tocco di poesia e di intimo calore. Ma avendo profondamente compreso gli insegnamenti Bahá’í, egli si avvale del proprio talento letterario per scrivere con onestá e purezza d’intenti un breve trattato su questa Fede, che egli vede ad un tempo quale «Causa di [un] repentino risveglio in tutto il mondo» e mezzo per «l’edificazione di una vera civiltá».

 Scarica il libro in MOBI per Kindle

Il segreto della Civiltà divina di ‘Abdu’l-Bahá

Straordinarie le circostanze, eccezionalmente qualificato l’Autore di questo libro dove si illustra e si rivela il carattere spirituale della vera civiltà. Scritto nel 1875 il testo originale persiano fu litografato a Bombay nel 1882; la prima traduzione inglese fu pubblicata a Londra nel 1910 e successivamente a Chicago nel 1918 con il titolo The Mysterious Forces of Civilization [Le Arcane Forze della Civiltà]. La presente versione, opera di Marzieh Gail, è più accurata e rispecchia la padronanza di entrambe le lingue posseduta da questa raffinata autrice che, nata da padre persiano e madre americana, ha trascorso molti anni in entrambi i Paesi...

Straordinarie le circostanze, eccezionalmente qualificato l’Autore di questo libro dove si illustra e si rivela il carattere spirituale della vera civiltà. Scritto nel 1875 il testo originale persiano fu litografato a Bombay nel 1882; la prima traduzione inglese fu pubblicata a Londra nel 1910 e successivamente a Chicago nel 1918 con il titolo The Mysterious Forces of Civilization [Le Arcane Forze della Civiltà]. La presente versione, opera di Marzieh Gail, è più accurata e rispecchia la padronanza di entrambe le lingue posseduta da questa raffinata autrice che, nata da padre persiano e madre americana, ha trascorso molti anni in entrambi i Paesi…

Scarica il libro in MOBI per Kindle

La saggezza di ‘Abdu’l-Bahá

Clicca sulla copertina per scaricare il libro

‘Abdu’l-Bahá, il figlio maggiore di Bahá’u’lláh, Rivelatore della Fede Bahá’í, fu dal 1892 al 1921, l’Interprete dei Suoi Insegnamenti e l’Esempio ideale di una vita perfetta esprimente un’era nuova di maturità spirituale oltre ogni pregiudizio di razza, di classe o di credo. Nato in Persia il 23 Maggio 1844, ‘Abdu’l-Bahá soffrì fin dalla prima giovinezza, quaranta anni di prigionia e di esilio. Riacquistata la libertà dopo la caduta del governo conservatore in Turchia, intraprese, dal 1911 al 1913, lunghi viaggi in Europa e in America, visitando moltissime città dei due continenti, incontrandosi con i membri di organizzazioni varie, con gli esponenti di differenti correnti di pensiero, tenendo conferenze pubbliche e private e soprattutto spiegando ai suoi ascoltatori i principi della Fede Rivelata da Suo padre e il Suo programma per una pace universale e duratura. Recatosi a Parigi nell’autunno del 1911, prese dimora in un appartamento situato nell’Avenue de Camoens (al N. 4), a pochi passi dai Giardini del Trocadero. Durante il periodo della sua permanenza colà, ‘Abdu’l-Bahá tenne delle riunioni giornaliere alle quali parteciparono uomini e donne di tutte le nazionalità, di tutti i credi, orientali e occidentali, colti e incolti, che furono sempre ricevuti da lui con viva simpatia e speciale favore. ‘Abdu’l-Bahá parlava in persiano, che veniva tradotto in francese da Monsieur e Madame Dreyfus-Barney, mentre Lady Sara Bloomfield, assistita dalle figlie Mary ed Ellinor e dalla sua amica Miss Beatrice Platt, prendeva giornalmente accurate note di tutti i discorsi i quali vennero poi raccolti in forma di libro e inviati ad ‘Abdu’l-Bahá che ne chiese subito la pubblicazione.

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo

Un dono di preghiere

Un dono di preghiere

Su questo concentri ogni amato di Dio la propria attenzione: essere misericordia di Dio per l’uomo, essere la grazia del Signore. Ciascuno benefichi e avvantaggi in qualche modo coloro la cui via egli incroci; s’ingegni a migliorare il carattere di tutti e a indirizzare le menti degli uomini. In tal modo, la luce della guida divina risplenderà e le benedizioni di Dio culleranno tutta l’umanità: perché l’amore è luce, qualunque ne sia la dimora; e l’odio è tenebra, ovunque si annidi.
(‘Abdu’l-Bahá, Antologia 13)

Scarica il libro in MOBI per Kindle

Acquista cartaceo